La Mindfulness entra in ufficio: il benessere dei lavoratori fa bene alle aziende

La Mindfulness entra in ufficio: il benessere dei lavoratori fa bene alle aziende

I lavoratori sono la più grande risorsa di un’azienda. Pertanto, il loro benessere è fondamentale. E’ con questo scopo che la Mindfulness entra in ufficio. La Mindfulness, infatti, non è una moda, ma una pratica salutare che un numero sempre più elevato di aziende sta inserendo nei propri programmi aziendali, per:

  • Ridurre lo stress
  • Aumentare la produttività
  • Risolvere i conflitti all’interno dell’ambiente lavorativo
  • Migliorare la qualità delle relazioni tra Management e dipendenti

 

La Mindfulness entra in ufficio: come?

I protocolli di Mindfulness prevedono uno specifico numero di sedute di una certa durata, a cui si aggiunge di solito, se possibile, una giornata di full immersion. Praticando la consapevolezza e concentrando la propria attenzione sul respiro, si mira a ridurre l’impatto dello stress. La consapevolezza riportata sui nostri pensieri e sulle nostre azioni fa in modo di restituire la lucidità necessaria per lavorare in modo più produttivo e per avere un contatto più sano con le azioni che svolgiamo quotidianamente e con l’ambiente e le persone che ci circondano. Molte delle assenze dei lavoratori sono dovute a patologie collegate allo stress lavorativo. Quando la Mindfulness entra in ufficio, i risultati per l’azienda sono tangibili. Investire nel benessere dei lavoratori porta a risparmiare sul turnover degli stessi, riducendo anche l’assenteismo.

 

La Mindfulness entra in ufficio: digital detox

Riportare la consapevolezza sulle nostre azioni e sul “qui e ora” ci aiuta anche a  evitare gli automatismi e lo stress generato dal multitasking. Siamo sempre connessi con pc, smartphone e altri device e la nostra concentrazione su quello che stiamo facendo è solo parziale, non è profonda. I percorsi di Mindfulness aiutano anche le aziende che vogliono limitare l’impatto negativo degli strumenti digitali sulla mente dei dipendenti.

 

 

 

 

Condividi questo post